Spigolature storiche

Re di tutte le pietanze afrodisiache e’ il  cioccolato e tutte le considerazioni fatte su esso possono essere riassunte stupendamente dallo scritto del brillant-savarin nella sua “physiologie du gout” che qui trascriviamo:

Ogni uomo il quale abbia libato qualche sorso di troppo alla coppa della voluttà; ogni uomo il quale abbia impiegato nel lavoro una notevole parte di tempo che avrebbe dovuto consacrare al riposo; ogni uomo di spirito il quale si senta momentaneamente offuscata la propria genialità; ogni uomo il quale sia tormentato da un’idea fissa che gli toglie la serenità di spirito, la liberta di pensare, e così via dicendo, tutta questa ente dico si decida a propinarsi un’ampia tazza di cioccolata ambrata in ragione di 72 grani di tintura d’ambra  per ogni libbra di polvere , e del risultato resteranno meravigliati.

Cioccolata d’ambra energicamente efficace a rimettere in gambe i soldati fiaccati da troppe laboriose guerre d’amore.

 

Biscotti glaces al cioccolato

Macinate 250 grammi di cioccolato, stacciate e mescolate con sei tuorli d’ovo e 250 grammi di zucchero in polvere, aggiungete 300 grammi di panna montata e battete insieme tutta la massa, colla Pasta risultante riempite dei piccoli stampi e fate assodare al forno ben caldo.

 

Spuma al cioccolato

Fate fondere dolcemente a fuoco moderato tre tavolette di cioccolato: lasciate addensare e, quando la pasta sarà diventata untuosa, fatela raffreddare, battete a neve sei albumi d’ovo, aggiungetevi dello zucchero vanigliato e, quando essi abbiano presa consistenza, incorporatevi la cioccolata battendo vivamente.

Questa spuma deve essere preparata al momento di servire, presentatela in una coppa.

 

Salsicciotto di cioccolato

Fate fondere dolcemente a bagno-maria del cioccolato in tavolette senza vaniglia: aggiungetevi polvere di garofani e di cannella e quanto miele sarà sufficiente per dare al tutto una conveniente resistenza, prendete poscia delle mandorle o delle nocciole, tagliatele in due o tre pezzettini ognuna e mescolatele colla cioccolata, manipolate il miscuglio in modo da dargli la forma e l’aspetto di un salsicciotto, avvolgete in carta d’argento questo salame di nuovo genere e tagliatelo a fette a norma del bisogno.

 

Pudding al cioccolato

Frustate a crema 100 grammi di burro freschissimo, mettetevi senza interrompere la lavorazione, sei tuorli d’ovo, cento grammi di zucchero in polvere e 100 grammi di cioccolato grattugiato e poi ancora 30 grammi di fecola, 60 grammi di amaretti ridotti in polvere, un pizzico di cannella, mescolate esattamente il tutto ed aggiungetevi i sei albumi d’ovo battuti a neve assai consistente.

Intonacate di burro uno stampo, versatevi la miscela e cuocete a bagno-maria, stemperate tre tavolette di cioccolato in mezzo litro di latte, lasciate addensare e versate questa salsa sul pudding al momento di servirlo in tavola.

 

Torta di cioccolata pralinata

Pestate al mortaio 60 grammi di mandorle : rammollite un’eguale quantità di cioccolato alla vaniglia e impastatelo con un uovo intero, mescolate mandorle e cioccolata con 60 grammi di zucchero in polvere , otto tuorli d’ovo e della buccia di limone grattugiato, battete il miscuglio e versatevi gli otto albumi frustati a neve assai consistente, versate la miscela in una tortiera intonacata di burro e mettete i forno fino a completa cottura.